Il museo della Specola a Firenze



Firenze - Museo della Specola
Varie generazioni della famiglia Medici avevano raccolto con passione oltre a grandi tesori artistici, anche un ingente patrimonio di tesori naturali come fossili, animali, minerali e piante esotiche. Sulla base di tale materiale nonché con l`acquisizione di nuovi reperti d`ogni tipo, compresa un`ingente collezione di libri fatti pervenire da tutta Europa, l`illuminato Pietro Leopoldo di Lorena, con l`aiuto dell`abate Felice Fontana (1730-1805), volle creare un Museo di Storia Naturale di pubblica destinazione. A tale scopo acquistò nel 1771 il blocco di edifici vicino a Palazzo Pitti nel quale ancora oggi, pur con notevoli modificazioni ha sede "La Specola", che venne ufficialmente inaugurata nel 1775 e fino ai primi del XIX secolo restò l`unico museo scientifico al mondo creato per il pubblico, con orari, guide e custodi, così come ancora oggi un Museo è concepito. Le vicende delle sue collezioni sono oltremodo complicate soprattutto a causa dei trasferimenti presso altri musei ed istituti universitari dei reperti di carattere antropologico, botanico e paleontologico nonché delle apparecchiature di fisica, chimica ed astronomia, avvenuti tra il 1870 ed il 1930. Attualmente il pubblico è ammesso in 34 sale, di cui 14 di zoologia e 10 di ceroplastica. Nella sezione zoologica sono accostati esemplari di recente acquisizione e di antica tassidermia, come l`ippopotamo che donato, come sembra, al Granduca nella seconda metà del Settecento, visse per qualche anno nel Giardino di Boboli. Particolare vanto nel Museo è la raccolta di cere anatomiche, documento prezioso di un`arte che a Firenze iniziò in pratica con Ludovico Cigoli (1559-1613), e che ebbe il momento di massimo splendore e accuratezza tecnico-scientifica nel Settecento. Il migliore rappresentante della ceroplastica fiorentina fu Clemente Susini (1754-1814) al quale appartengono i pezzi più importanti della collezione, prodotti nell`officina fondata a tale scopo presso il Museo (non più operante da circa un secolo). All`interno dell`esposizione ceroplastica segnaliamo la raccolta delle cere di Gaetano Zumbo (1656-1701), di grande valore artistico oltre che anatomico. All`interno del Museo vi è inoltre un ambiente particolarissimo: la cosiddetta Tribuna di Galileo progettata e costruita nel 1841 dall`architetto Giuseppe Martelli per onorare la memoria del grande scienziato toscano e per contenere alcuni dei suoi strumenti assieme a quelli dell`Accademia del Cimento (tale materiale è oggi conservato presso il Museo di Storia della Scienza). Adornano la sala, affreschi e marmi scolpiti ed intarsiati che illustrano alcune tra le più importanti scoperte scientifiche italiane, a partire dal Rinascimento .... da `Musei e Gallerie di Firenze e del suo territorio` - Apt Firenze

Museo della Specola ... per maggiori informazioni .. Museo della Specola

 

Una selezione degli appartamenti più richiesti nel centro storico fiorentino:
Appartamento Boboli Elegante appartamento nel centro storico di Firenze situato in un palazzo del 1600 nel quartiere Oltrarno, a pochi passi da Piazza Santo Spirito e dal Ponte Vecchio. Aria condizionata, Connessione Internet. Da 2 a 7 posti letto. Dettagli
Appartamento Lungarno Elegante appartamento nei pressi di Ponte Vecchio, sui lungarni fiorentini. 8 posti letto, connessione Internet, aria condizionata. Magnifica vista sull`Arno. Dettagli
Appartamento Terrazza Appartamento a 100 metri da Piazza del Duomo, nel centro di Firenze a pochi passi dal Ponte Vecchio e dalla Galleria degli Uffizi. 2+2 posti letto, silenzioso e luminoso, ampia terrazza panoramica arredata. Connessione Internet, aria condizionata. Dettagli
Villa Vespucci Appartamento con 4+1 posti letto in una villa storica lungo l'Arno, nel centro storico di Firenze, nei pressi del Ponte Vecchio e di Palazzo Pitti. Giardino, terrazza panoramica con vista sul campanile di Giotto e sulla cupola del Brunelleschi, connessione Internet, aria condizionata. Dettagli